Dall’associazione “Stili di Vita” di Palermo, riceviamo questo breve racconto che volentieri pubblichiamo.

“Buongiorno, colgo l’occasione per descrivervi come agiamo noi della Stili di Vita. Abbiamo annullato ogni nostro incontro, corso o progetto che includesse assembramenti di persone. Tutto rimandato ad aprile e senza certezze, tranne una, la solidarietà tra di noi, soci e non soci, ma tutti interessati dal diabete.

La nostra chat di whatsapp, fino a pochi giorni prima poco attiva, si è popolata di nuovi membri nel mentre l’epidemia si diffondeva e con essa i provvedimenti restrittivi. Poi, tutte le informazioni che avevamo, le abbiamo inserite all’interno, aggiornando documenti, disposizioni e notizie, eliminando quelle obsolete e sostituendole con le nuove, tutte rigorosamente provenienti dai canali del CCA o da altre fonti istituzionali e tutte controllate per evitare fake news.

Non solo, ma ci siamo attivati per supportare chiunque, anche al di fuori dell’associazione, avesse bisogno, limitando i contatti ma razionalizzandoli, offrendo materiali in surplus a chi ne ha bisogno, ma rispettando le misure in vigore.

Non vedevo i soci così attivi dall’anno scorso quando abbiamo dovuto affrontare non volendo una crisi interna che ci ha messi in crisi, colpendo la fiducia. Lentamente, abbiamo recuperato parte di quella fiducia verso i soci e loro verso la dirigenza, che, seppur intaccata, non è mai venuta meno. Ora, attendiamo il momento più opportuno per rivederci più forti e motivati di prima“.


0 Comments

Lascia un commento