Dall’assessorato alla cittadinanza solidale del Comune di Palermo riceviamo alcune note che descrivono nel dettaglio obiettivi e metodo che guideranno l’ impiego dei volontari che si sono resi disponibili per dare una mano in questo periodo di emergenza.

Ecco, in un elenco schematico, i vari aspetti.

  • Il Comune di Palermo sta raccogliendo disponibilità di persone, preferibilmente appartenenti ad organizzazioni di volontariato e con un minimo di esperienza, per attività di sostegno nelle prossime settimane a persone fragili.
  • Questi volontari verranno formati per gestire in sicurezza compiti semplici e immediati, da fare in favore delle persone che chiedono aiuto e che sono obbligate a restare in casa. Ogni volontario non farà più di 2/3 interventi settimanali.
  • Obiettivi:
    • avere disponibilità di volontari che potrebbero anche non essere mai utilizzati per l’aiuto alle persone;
    • coordinare queste attività per fare in modo di non accavallare e duplicare sia le disponibilità che le richieste;
    • fare queste attività in sicurezza ed evitare il più possibile persone in giro per la città che possono facilitare il contagio;
    • non dimenticare chi è più in difficoltà;
    • superare le differenze tra gli enti in questa fase di emergenza, ma presentarsi come comunità unita e solidale.
  • Sempre in sicurezza e nel rispetto deI DPCM e delle norme successive occorre provare a sostenere alcune persone in difficoltà, sempre in forma volontaria e con il coordinamento della Protezione civile comunale.


1 Comment

Il suono del volontariato - CeSVoP · 10 Maggio 2020 at 11:03

[…] circa 50 persone, ogni giorno, chiedono il loro supporto, perchè l’associazione collabora con il Comune di Palermo per facilitare i cittadini bisognosi nel fare richiesta dei sussidi previsti per fronteggiare […]

Comments are closed.