ukash bozdurmadinleme cihazpanaks Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo - Chiarimenti su omessa o tardiva comunicazione EAS
CeSVoP

Hai suggerimenti? Hai segnalazioni? Scrivi al CeSVoP...

Cerca

Area utente

Inserisci il tuo Username e la Password nei campi sottostanti.

Chi e' online

Abbiamo 3 visitatori online

Statistiche

Utenti: 2655
Notizie: 4827
Collegamenti web: 3
Visitatori: 5896658

Iscriviti ai Feed!

coge.jpg

Calendario

Chiarimenti su omessa o tardiva comunicazione EAS PDF Stampa E-mail
La risoluzione N. 110/E dell' Agenzia delle Entrate del 12/12/12 chiarisce la casistica dell' omessa/tardiva comunicazione EAS, usufruendo dell'istituto della remissione in bonis

L’Agenzia delle Entrate ha emesso il 12 dicembre 2012, una risoluzione che specifica alcuni aspetti riguardanti i ritardi e le omissioni rispetto agli obblighi relativi alla compilazione del modello EAS.

Le novità più importanti della risoluzione 110/E sono:

1) L'indicazione della possibilità di avvalersi della remissione in bonis entro il 31-12-2012 anche per gli enti costituti prima del 2011;

2) Gli enti che hanno inviato il Modello EAS oltre i termini e vogliono sanare la propria posizione attraverso l’istituto della remissione in bonis, non sono tenuti a presentare nuovamente il modello EAS ma devono solo versare la sanzione.

Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare la notizia pubblicata in merito da Fisco Oggi