arrow Bacheca arrow Bacheca libera arrow Guida ai finanziamenti per il settore no-profit.- Assistenza Pre - Adesione

Hai suggerimenti? Hai segnalazioni? Scrivi al CeSVoP...

Cerca

Area utente

Inserisci il tuo Username e la Password nei campi sottostanti.

Chi e' online

Abbiamo 2 visitatori online

Statistiche

Utenti: 1090
Notizie: 4135
Collegamenti web: 3
Visitatori: 3799001
Guida ai finanziamenti per il settore no-profit.- Assistenza Pre - Adesione PDF Stampa E-mail
Di seguito pubblichiamo una Guida sintetica volta ad informare le Organizzazioni di Volontariato sui finanziamenti europei.

Budget e fondi europei 2007-2013

        Lo strumento di assitenza Pre-Adesione(IPA) fornisce assistenz aper il periodo 2007/2013 nel contesto dei partenariati europei dei candidati potenziali e dei partenariati per l'adesione dei paesi candadati effettivi che riguardano i paesi dei Balcani Occidentali, la Turchia e l'Islanda. L’IPA è stato concepito per rispondere nel miglior modo possibile alle esigenze dei paesi beneficiari nell’ambito della politica di Pre - Adesione. Intende principalmente sostenere il rafforzamento delle istituzioni e lo Stato di diritto, i diritti umani, comprese le libertà fondamentali, i diritti delle minoranze, la parità fra uomo e donna e la non discriminazione, le riforme sia amministrative che economiche, lo sviluppo economico e sociale, la riconciliazione e la ricostruzione, la cooperazione regionale e transfrontaliera. Per consentire un'azione mirata, efficace e coerente, l'IPA è costituito da cinque componenti, ciascuna delle quali include delle priorità definite in base alle esigenze dei paesi beneficiari.
Due componenti riguardano l'insieme dei paesi beneficiari, ossia:

· - l’«assistenza alla transizione e al rafforzamento delle istituzioni»,che intende finanziare il rafforzamento delle capacità e delle istituzioni;

· - la «cooperazione transfrontaliera», il cui obiettivo è sostenere i paesi beneficiari nell’ambito della cooperazione transfrontaliera, tra di loro, con gli Stati membri dell’UE, o nell’ambito delle azioni transnazionali o interregionali.

Le ultime tre componenti sono destinate esclusivamente ai paesi candidati:
- la componente «sviluppo regionale» mira a preparare il paese all'attuazione della politica comunitaria di coesione, e in modo particolare al Fondo europeo di sviluppo regionale e al Fondo di coesione;
-
la componente «sviluppo delle risorse umane» riguarda la preparazione alla partecipazione alla politica di coesione e al Fondo sociale europeo;
- la componente «sviluppo rurale» concerne la preparazione alla politica agricola comune e alle relative politiche, nonché al Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

GESTIONE E ATTUAZIONE DELL'IPA

L’IPA si basa su una pianificazione strategica pluriennale, fondata sulle grandi linee politiche definita dal «pacchetto allargamento» della Commissione, che include oramai un quadro finanziario indicativo pluriennale (QFIP).
Il QFIP si presenta sotto forma di una tabella che raccoglie, per i tre anni successivi, gli importi che la Commissione propone di stanziare per ciascun beneficiario e per ciascuna componente dell’IPA, in base alle necessità e alle capacità amministrative e gestionali del paese interessato, nel rispetto dei criteri di adesione di Copenaghen.

La pianificazione strategica si articola in seguito in documenti pluriennali indicativi di pianificazione, di cui il QFIP costituisce il quadro di riferimento. Tali documenti sono stabiliti per ciascun paese beneficiario e coprono i principali settori d’intervento previsti in quel dato paese.

Infine, per quanto riguarda l’azione sul posto, la Commissione adotta i programmi annuali o pluriennali (a seconda della componente nella quale rientrano), basati sui documenti indicativi di pianificazione. Essi sono attuati in base a tre modalità di gestione: gestione centralizzata, gestione decentralizzata oppure gestione condivisa.

L’assistenza dell’IPA può assumere, tra le altre, le seguenti forme:
-
investimenti, appalti o sovvenzioni;
- cooperazione amministrativa, mediante l’invio di esperti provenienti dagli Stati membri;
- partecipazione a programmi o ad agenzie comunitari;
- misure di sostegno al processo di attuazione e alla gestione dei programmi;
- sostegno al bilancio (concesso a titolo eccezionale e secondo modalità ben definite).

La gestione dei finanziamenti concessi a norma del presente regolamento risponde alle condizioni generali di gestione delle finanze comunitarie come definite dal regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002; la Commissione è responsabile della sua attuazione (gestione, verifica, valutazione, relazione). Inoltre, la gestione deve rispondere strettamente alle norme di tutela degli interessi finanziari della Comunità. In tale contesto, la Commissione e la Corte dei Conti dispongono di un potere di controllo su tutti i contraenti e subappaltatori, con verifiche sui documenti e sul posto, a priori e a posteriori.

Il regolamento si inserisce nel contesto di un'assistenza esterna riveduta in base alle prospettive finanziarie 2007-2013, segnatamente in termini di efficacia e di coerenza, tenendo conto delle specificità legate all'assistenza preadesione. Se l'IPA deve effettivamente essere coerente con l'assistenza allo sviluppo, mira anzitutto a preparare, in un futuro più o meno prossimo, i paesi beneficiari all'adesione. Una delle principali caratteristiche dell'assistenza Pre - Adesione è la sua funzione di transizione, destinata in particolare a preparare i paesi al periodo successivo all’adesione. L’IPA offre pertanto un contesto unico e razionalizzato. In quanto tale, esso sostituisce, a partire dal 1º gennaio 2007, i programmi per il periodo 2000-2006, nella fattispecie:

· i programmi a favore dei paesi candidati effettivi, ovvero i programmi Phare, SAPARD, ISPA, programmi di cooperazione transfrontaliera (CBC) con Phare, l’assistenza finanziaria preadesione a favore della Turchia;

· i programmi a favore dei paesi candidati potenziali, ovvero il programma CARDS.

Per maggiori inoformazioni:

Pre-Accession Assistance

Linee Budgetarie

22 02 01

Assistenza ai Paesi candidati ai fini di transizione politica e istituzionale.

297 383 456 euro

22 02 02

Assistenza ai potenziali Paesi candidati ai fini di transizione politica ed istituzionale.

486 612 206 euro

22 04 04 01

Cross – border cooperation (CBC) tra IPA paesi e ERDF programmi transnazionali/interregionali e ENPI

26 898 255 EURO

22 02 04 02

Cross – border (CBC) tra Stati Membri

7 131 841 euro

13 05 02

IPA, strumenti di Pre – Adesione e sviluppo regionale

390.9 milioni euro

04 06 01

IPA, , strumenti di Pre – Adesione e sviluppo delle risorse umane

102.0 milioni euro

05 05 02

IPA, strumenti di Pre – Adesione e sviluppo dell’assistenza rurale

215.0 milioni euro